Vai al sito di MuDiCa

Il progetto del MuDiCa, il nuovo Museo Diffuso di Cavriago si basa su questo nuovo concetto di museo, con l’obiettivo di creare uno spazio contemporaneo e dinamico che sappia preservare e raccontare la memoria della sua comunità, il suo presente e il suo futuro. Due sono gli aggettivi principali di questo nuovo servizio del Multiplo: PARTECIPATO, perché i contenuti saranno co-costruiti insieme ai cittadini e resi fruibili su supporti digitali con cui vivere esperienze di tipo immersivo, DIFFUSO perché questi stessi contenuti saranno organizzati in percorsi tematici sul territorio, percorribili partecipando a visite guidate o in autonomia utilizzando le nuove tecnologie. Un museo dai molteplici accessi, sia fisici che digitali, per soddisfare le esigenze di un pubblico diversificato e per assicurare al visitatore un’esperienza varia e mai uguale a se stessa. Un museo potenzialmente visitabile più volte perché arricchito costantemente dal contributo dei cittadini e dalla formazione specialistica dei tecnici in dialogo con le realtà museali e di settore più all’avanguardia. Un museo che dovrà parlare a pubblici diversi, anche quelli che abitualmente non frequentano i musei e gli ambiti culturali, contribuendo alla realizzazione di esperienze anche emozionali.

Cos'è un Museo Diffuso?

Il concetto di museo diffuso prende le mosse dai museologi francesi Georges Henry Rivière e Hugues de Varine, che nei primi anni Settanta espressero una nuova idea museale, intesa come l’intreccio di valori sociali, artistici e culturali, che per vivere e svilupparsi ha bisogno del coinvolgimento attivo della comunità e dei visitatori. Un museo di tutti e per tutti, che si espande sul territorio, in cui anche edifici, piazze, angoli cittadini o rurali legati a mestieri, avvenimenti e personaggi, diventano capaci di trasmettere storia e memorie e in cui anche i visitatori e il contesto locale diventano attori e protagonisti. Una svolta nell’approccio alla cultura e alla sua promozione, che pur mantenendo alto il livello dei contenuti, si distanziava da quello più elitario fino ad allora in uso, distante da quello elitario di una volta, pur mantenendo alto il livello dei contenuti. Negli stessi anni, l’architetto italiano Fredi Drugman fu tra i primi a teorizzare il concetto di museo diffuso nel nostro paese, non solo esprimendo lo stretto rapporto che intercorre fra un territorio e il patrimonio conservato nei suoi musei, ma anche quello che l'istituzione museale deve saper intessere con gli abitanti di quel territorio.

A cosa serve un museo diffuso? A rafforzare i legami identitari, a mantenere vive le comunità, a diffondere nuove idee, a costruire nuovi riferimenti culturali e ad aiutare i singoli a sentirsi parte di un progetto comune di vita e di sviluppo.

banner-mudica.png


OFFICINA DI PARTECIPAZIONE
Costruiamo insieme la Mappa di Comunità di Cavriago

A Cavriago c’è fermento per la futura realizzazione del MuDiCa, il Museo Diffuso di Cavriago. Ma cos’è un museo diffuso? E’ una tipologia di museo che per vivere e svilupparsi ha bisogno del coinvolgimento attivo della sua comunità e dei visitatori e che si espande sul territorio attraverso percorsi dove luoghi, avvenimenti e personaggi diventano capaci di trasmettere storia e memorie.
Il futuro MuDiCa sarà dunque partecipato, perché i contenuti saranno raccolti e costruiti insieme ai cittadini e diffuso, perché utilizzando questi stessi contenuti si andranno a realizzare percorsi tematici diffusi sul territorio.

Per sostenere la partecipazione dei cittadini, è stato avviato il progetto CANTIERE MUDICA: OFFICINA DI PARTECIPAZIONE: nei prossimi mesi andremo a realizzare insieme la Mappa di Comunità di Cavriago, rappresentazione innovativa e originale del territorio cavriaghese, dei suoi luoghi, dei suoi personaggi e delle storie che ci raccontano, e strumento utile alla costruzione di Itinerari tematici che saranno diffusi sullo stesso territorio.
Tutti gli incontri sono in presenza, a partecipazione libera e coordinati da esperti del settore museale e della facilitazione.

Martedì 16 aprile, ore 18 e Giovedì 2 maggio, ore 18: Costruiamo una Mappa di Comunità con Fabio Viola, gamification designer e curatore museale.

Mercoledì 15 maggio ore 18 e Sabato 25 maggio ore 14: Realizziamo gli Itinerari tematici Graziano Maino e Irene Sorrentino esperti in facilitazione e progettazione condivisa.

Sabato 22 giugno ore 10: Assemblea conclusiva in cui andremo anche a siglare, ai sensi del Regolamento comunale sui beni comuni, un Accordo di Comunità per formalizzare le linee guide del futuro MuDiCa e due Patti di Collaborazione per la gestione e animazione degli itinerari diffusi.

Non puoi partecipare agli incontri in presenza? Partecipa online!
Contattaci per condividere documenti, fotografie, oggetti e materiali, partecipando alla campagna di raccolta Il MuDiCa a casa tua, oppure partecipa alla challenge Instagram La mia Cavriago condividendo l’immagine di un luogo di Cavriago che per te è importante.

Chi può partecipare?
Tutti i cittadini a partire dai 14 anni.
I bambini e i ragazzi fino ai 13 anni verranno coinvolti attraverso la proposta alle scuole di laboratori mirati.
Il progetto è stato finanziato con il sostegno della l.r. 15/2018 della Regione Emilia Romagna e inserito all’interno della nuova piattaforma regionale PartecipAzioni https://partecipazioni.emr.it

mudica-1.jpeg

mudica1.jpeg

Info
0522 373466
nicola.bassano@comune.cavriago.re.it
b.dallasta@comune.cavriago.re.it


-

-

-

-

-

-